comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE14°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 22 ottobre 2020
corriere tv
Conte: «Ai cittadini dobbiamo chiedere ancora sacrifici e rinunce»

Attualità venerdì 16 ottobre 2020 ore 11:32

Riscaldamenti ancora spenti ma esiste una deroga

I comuni hanno iniziato ad organizzarsi per l'attivazione degli impianti, c'è chi ha anticipato i tempi e chi ha spiegato nel dettaglio il regolamento



FIRENZE — Il freddo è arrivato e qualche comune in Toscana ha anticipato i tempi di accensione degli impianti termici. Il Comune di Firenze è classificato in zona D dove il periodo di attivazione consentito per gli impianti di riscaldamento è dal 1 Novembre al 15 Aprile. La durata massima giornaliera di esercizio degli impianti termici è di 12 ore distribuite in più fasce orarie nell'arco della giornata dalle ore 5 alle ore 23.

"Esiste però una deroga al periodo di accensione e alla durata massima giornaliera di esercizio degli impianti termici" è quanto precisa Palazzo Vecchio nella normativa d'uso degli impianti. "Al di fuori del periodo di attivazione, gli impianti termici possono essere attivati solo in presenza di situazioni climatiche che ne giustificano l’esercizio e, comunque, con una durata giornaliera di massimo 6 ore e con una temperatura ambiente interna di massimo 18°C + 2°C di tolleranza per gli edifici adibiti ad attività industriali, artigianali e assimilabili e 20°C + 2°C di tolleranza per tutti gli altri edifici".

Il Comune di Sesto Fiorentino è stato contattato dai cittadini in merito ed ha risposto sui social alla domanda "Posso accendere il riscaldamento?" spiegando che "Il periodo di attivazione consentito è dal 1 Novembre al 15 Aprile. È però possibile, al di fuori del periodo di attivazione, attivare gli impianti termici in presenza di situazioni climatiche che ne giustificano l’esercizio e, comunque, con una durata giornaliera di massimo 6 ore" e con le stesse temperature adottate a Firenze.

I sindaci, con una ordinanza, possono ampliare o ridurre, a fronte di comprovate esigenze, i periodi annuali di esercizio e la durata giornaliera di attivazione degli impianti termici, nonché stabilire riduzioni di temperatura ambiente massima consentita sia nei centri abitati sia nei singoli immobili.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità