Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:26 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici

Sport lunedì 22 febbraio 2016 ore 17:34

Nella Hall of fame Ronaldo e Mancini

​Il fenomeno, il tecnico dell'Inter il suo gemello della Sampdoria Vialli. Ferlaino, Rosetti, Panico e Tardelli, la Hall of fame del calcio italiano



FIRENZE — La Hall of fame del calcio italiano si arricchisce di altri dieci fuoriclasse e la cerimonia in Palazzo vecchio a Firenze ha visto protagonisti Vialli, come giocatore italiano, Ronaldo come giocatore straniero, Mancini, come allenatore italiano, Ferlaino ex presidente del napoli di Maradona, Roberto Rosetti arbitro italiano, Marco Tardelli veterano della nazionale, Patrizia Panico, calciatrice italiana, Giacinto Facchetti, a Helenio Herrera, Umberto Agnelli i premi alla memoria. 

La sesta edizione del premio, istituito dalla Figc e dal Museo del calcio, ha portato a Firenze Ronaldo che dal palco ha ricordato i momenti più entusiasmanti della sua carriera calcistica e ha donato la sua maglia numero 9 del Brasile al museo di Corveciano e ha ringraziato l'Italia perché ha detto che la sua storia è stata bella perché è passato dal calcio italiano. 

Ronaldo ha giocato nell'Inter per cinque anni e dall'Inter arriva anche Mancini, 15 anni di carriera e tornato sulla panchina dell'Inter da un anno entra anche lui nella Hall of fame. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal Quartiere 1 al 5, ecco la mappa delle 9 nuove zone in cui sono in arrivo le limitazioni alla velocità di circolazione a 30 chilometri orari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

STOP DEGRADO