Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:FIRENZE23°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Joe Biden in Kentucky: fatica ad indossare la giacca, poi gli cadono gli occhiali

Attualità giovedì 12 settembre 2019 ore 17:19

Migranti, focus dal prefetto sul rientro assistito

Sul tavolo del Consiglio Territoriale per l’Immigrazione lo strumento a disposizione per ritornare a casa con un nuovo progetto di vita e di lavoro



FIRENZE — Il Consiglio Territoriale per l’Immigrazione che il prefetto Laura Lega ha riunito oggi in Prefettura, ha affrontato il tema del Ritorno Volontario Assistito che offre l'opportunità al migrante di ritornare in patria grazie a un percorso di accompagnamento e sostegno per il pieno reinserimento socio-economico nel paese d’origine. All'incontro si sono aggiunti anche i gestori dei centri di accoglienza, . 

Lo strumento è stato promosso dal Ministero dell’Interno e cofinanziato dal Fondo Europeo Asilo Migrazione e Integrazione e permette ai cittadini stranieri non comunitari di ritornare volontariamente in patria con un supporto logistico e organizzativo in tutte le fasi del rientro. I dettagli sono stati spiegati da un rappresentante dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni. Il progetto di assistenza prevede l’elaborazione di un piano personalizzato per ogni migrante, che comprende consulenza, rilascio di documenti, organizzazione del viaggio e predisposizione di attività di lavoro da svolgere in patria. A questo si aggiunge un contributo per l’acquisto di beni e attrezzature utili all’avvio dell’attività lavorativa fino a duemila euro, erogato nei paesi d’origine, e un’indennità di prima sistemazione in denaro, quattrocento euro, che viene assegnata al momento della partenza.

“Auspico che i componenti di questo tavolo - ha detto il prefetto chiudendo i lavori - possano dare una mano concreta nel diffondere localmente, nell’ambito dei rispettivi distretti operativi, le potenzialità di questo progetto in modo che garantisca a chi non ha o non avrà intenzione o titola a rimanere sul territorio italiano, un percorso di rientro supportato e assistito, permettendo così di aprire una nuova fase di vita nel proprio paese”.

Per il periodo 2019-2021, il Ministero dell’Interno ha selezionato a livello nazionale sei progetti sviluppati da altrettante organizzazioni, i cui rappresentanti hanno partecipato all’incontro di oggi per descrivere nello specifico le modalità con cui i migranti possono aderire ai vari programmi, rivolti a un target complessivo di 1610 stranieri. Nel 2018 sono stati 1142 i beneficiari partiti dall’Italia, evidenziando un trend di adesione in crescita (erano 139 nel 2016 e 895 nel 2017) e interessando 73 nazionalità diverse. In Toscana, nello stesso anno, sono stati operati 38 ritorni volontari.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sua produzione artistica e gli eventi che ha saputo organizzare sono stati a lungo punto di riferimento nella città che ora lo piange
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità