Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:56 METEO:FIRENZE23°39°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 03 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, si stacca un seracco di ghiacciaio a Punta Rocca: il video del crollo

Lavoro giovedì 05 maggio 2022 ore 18:08

Gilbarco, fumata nera al tavolo di trattativa

presidio gilbarco
I lavoratori Gilbarco in presidio nei giorni scorsi

Si chiude con una rottura l'incontro dell'unità di crisi regionale sulla vertenza che vede circa 70 posti a rischio e 38 interinali senza tutele



FIRENZE — Fumata nera al tavolo dell'unità di crisi regionale sulla vertenza Gilbarco conclusosi con un nulla di fatto, per non dire su una rottura che si è consumata sulle tempistiche richieste all'azienda per ottenere il piano industriale. E ora sul futuro di circa 70 lavoratori tra diretti e somministrati i cui posti rischiano di finire in esubero, sostanzialmente di troppo, si addensano nubi più fosche. Per non dire dei 38 interinali a cui a fine Giugno scade il contratto.

Ma cosa è successo? "Avevamo proposto all’azienda, d’intesa con il sindacato, un’attesa di soli 10 giorni per conoscere il piano industriale – spiega Valerio Fabiani, consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente della Regione Eugenio Giani -. Ma Gilbarco non ha accettato di aspettare un tempo certo e così ridotto che potrebbe evitare costi sociali pesanti".

La posizione delle istituzioni resta salda: "Il nostro obiettivo rimane quello di zero esuberi e nuove certezze sul futuro industriale del sito. Con l’avvio della procedura di licenziamento collettivo - sottolinea Fabiani - restano fuori da qualunque percorso di tutela i 38 lavoratori interinali ai quali il 30 Giugno prossimo scadrà il contratto. Il tavolo non chiude: resta aperto per trovare una soluzione anche per loro”.

Al tavolo hanno preso parte anche l’assessora Benedetta Albanese per il Comune di Firenze, i rappresentanti sindacali e delle rsu aziendali, i tecnici di Arti. Collegata da remoto la Gilbarco Italia Srl - che fa parte insieme alla capogruppo Gilbarco Veeder-Root della multinazionale americana Vontier - rappresentata dall’amministratore delegato Paolo Sorrentino, assistito da Confidustria Firenze.

Di "decisione gravissima, oltraggio a lavoratori e istituzioni" parla la segreteria provinciale Fiom Cgil Firenze, Prato, Pistoia, mentre Nidil Cgil sottolinea come i lavoratori somministrati adesso si trovino ancora più esposti definendo la scelta "incomprensibile".

Gilbarco è azienda leader nella fornitura di distributori e sistemi software per punti vendita di carburante, e occupa a Firenze 167 dipendenti più diverse decine tra lavoratori interinali e consulenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una serata conviviale per i condomini che si sono ritrovati alla tavolata nel cortile dove ciascuno ha preparato e portato qualcosa da mangiare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità