Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:FIRENZE23°38°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 23 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Contenuto Sponsorizzato lunedì 08 luglio 2024 ore 06:00

​Full Hybrid e mild hybrid: in che cosa si differenziano?

Nel mercato odierno, le auto ibride stanno guadagnando sempre più popolarità grazie ai loro benefici ambientali ed economici.



FIRENZE — Esistono però diversi tipi di motori ibridi che possono generare confusione tra i consumatori e per questo motivo in questo articolo esploreremo le caratteristiche delle due principali categorie di auto ibride presenti sul mercato: le full hybrid (ibride complete) e le mild hybrid (ibride leggere).

Le auto Full Hybrid: efficienza energetica e flessibilità

Le auto full hybrid sono attualmente il tipo di auto ibride più diffuso e avanzato a livello tecnologico. Queste vetture utilizzano una combinazione di un motore a combustione interna e uno o più motori elettrici alimentati da una batteria di maggiore capacità rispetto alle mild hybrid.

Il sistema di propulsione di una full hybrid è progettato per funzionare sia in modalità elettrica, sfruttando al massimo l'energia della batteria, sia alternando l'utilizzo dei due motori in base alle esigenze del guidatore e alle condizioni di guida.

Grazie a questa versatilità di funzionamento, le full hybrid ottengono eccellenti livelli di efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2.

Inoltre, i motori elettrici delle auto full hybrid forniscono un notevole incremento di potenza e coppia durante l'accelerazione, aumentando le prestazioni complessive del veicolo senza gravare sul consumo di carburante.

Le full hybrid dispongono anche di un sistema di frenata rigenerativa, che permette di recuperare parte dell'energia cinetica generata durante la decelerazione e trasformarla in energia elettrica da immagazzinare nelle batterie. Questo meccanismo consente una gestione intelligente dell'energia e contribuisce ulteriormente all'efficienza energetica delle vetture.

Se desideri avere maggiori informazioni a riguardo, ti segnaliamo che Toyota è stata la prima azienda nel mondo a sviluppare questa tecnologia e nella sezione dedicata alle auto ibride sul suo sito web potrai approfondire ulteriori dettagli, oltre a dare un’occhiata ai diversi modelli disponibili.

Le Mild Hybrid: un valido compromesso tra prestazioni ed efficienza

Le mild hybrid rappresentano un approccio più modesto all'elettrificazione dei veicoli, combinando un motore a combustione interna con un piccolo motore elettrico chiamato "alternatore-starter".

Essendo meno costose e meno impegnative dal punto di vista tecnologico rispetto alle full hybrid, queste auto stanno rapidamente guadagnando terreno nel mercato automobilistico.

A differenza delle full hybrid, le mild hybrid non possono essere guidate esclusivamente in modalità elettrica a causa della capacità limitata delle loro batterie.

Tuttavia, il motore elettrico svolge alcune funzioni importanti che aiutano ad ottimizzare le prestazioni e l'efficienza del veicolo:

  • Assistenza alla partenza: il motore elettrico fornisce una spinta aggiuntiva al motore a combustione durante l'accelerazione, riducendo il consumo di carburante e migliorando le prestazioni;
  • Sistema Stop&Start avanzato: il motore elettrico agisce come un sistema di avviamento rapido che permette un funzionamento più fluido e silenzioso del motore stop&start;
  • Rigenerazione dell'energia in frenata: anche nelle mild hybrid, parte dell'energia generata durante la decelerazione viene recuperata attraverso un sistema di frenata rigenerativa, contribuendo ulteriormente all'efficienza energetica.

Quale auto ibrida scegliere?

Decidere tra una full hybrid e una mild hybrid dipende dall'uso previsto del veicolo e dalle priorità personali. Ecco alcuni fattori da prendere in considerazione:

  • Ambiente urbano o extraurbano: se si prevede di utilizzare l'auto principalmente in città o in aree con frequenti fermate e ripartenze, una full hybrid potrebbe essere più adatta grazie alle sue capacità di guida totalmente elettrica e alla maggiore efficienza negli spostamenti di breve durata;
  • Budget: le mild hybrid sono generalmente meno costose delle full hybrid, sia per quanto riguarda il prezzo d'acquisto che i costi di manutenzione, oltre a beneficiare di incentivi fiscali e agevolazioni in molti paesi;
  • Performance ed efficienza: se si desidera un veicolo con prestazioni elevate ma al tempo stesso attento all'ambiente, una full hybrid potrebbe essere l'opzione più appropriata.

In conclusione, sia le auto full hybrid che le mild hybrid offrono significativi vantaggi in termini di efficienza energetica, riduzione delle emissioni e performance, consentendo ai consumatori di scegliere la soluzione ibrida più adatta alle loro esigenze e preferenze personali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio nella zona di Monte Morello. Attivata per la prima volta la vasca anti incendi boschivi installata alla Fonte dei Seppi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca