QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 11° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 17 febbraio 2020

Cronaca lunedì 07 novembre 2016 ore 15:30

"Avevo il piede incastrato nell'acceleratore"

Il conducente dell'auto impazzita in Santa Croce è stato ascoltato dagli investigatori. Resta grave il ciclista travolto con il figlio di venti mesi



FIRENZE — La folle corsa dell'auto piombata come un missile in via dei Benci, a pochi passi da Santa Croce, si è interrotta dopo l'ennesimo, violentissimo, impatto con un'auto scaraventata come un proiettile nella vetrina di un negozio. Prima sono stati travolti nell'ordine la bicicletta con il padre e il bambino di 20 mesi, un taxi con un passeggero a bordo e, infine, una donna che stava camminando. 

Quando finalmente l'auto si è fermata, l'uomo alla guida, un 75enne, è stato portato via in stato di choc. Ascoltato dagli investigatori, si è giustificato dicendo di essere rimasto col piede incastrato sull'acceleratore. Questo gli avrebbe impedito di frenare. 

La sua posizione è al vaglio, ma gli investigatori non escludono che l'uomo possa aver tentato la fuga dopo il primo incidente, cioè quello con la bicicletta.

Ad avere la peggio tra tutti, infatti, è stato proprio il ciclista di 41 anni a cui è stato diagnosticato un trauma cranico. Non è, comunque, in pericolo di vita così come non lo è il piccolo che, per la violenza dell'impatto, ha fatto un volo di diversi metri. 

L'uomo alla guida dell'auto impazzita ha riportato molte fratture per le quali i medici hanno stabilito una prognosi di almeno 40 giorni. L'anziano ha acconsentito a sottoporsi ai test per verificare la presenza di alcol e droga nel sangue, che saranno eseguiti in ospedale.

Servizio di Dario Pagli


Tag

Coronavirus, Spallanzani: «Niccolò in buone condizioni»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca