comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
Sala: «Ci sono Regioni che non vogliono i milanesi. Me ne ricorderò quando andrò in vacanza»

Attualità domenica 12 gennaio 2020 ore 09:45

Arte in lutto, addio a Alessandra Borsetti Venier

Alessandra Borsetti Venier

L'artista, performer e pioniera delle installazioni delle scarpe rosse contro la violenza sulle donne è morta all'età di 73 anni



FIRENZE — Attiva contro la violenza sulle donne e pioniera delle installazioni delle scarpe rosse, Alessandra Borsetti Venier, artista e editrice, è morta a Firenze all'età di 73 anni. Protagonista della cultura a livello nazionale e internazionale, friulana viveva da anni in Toscana, a Pontassieve dove aveva creato nel 1992 la sua "casa per l'arte contemporanea - la Barbagianna". Attiva anche nell'editoria aveva lanciato una casa editrice "Morgana Edizioni".

Nel 2010 ha fondato "L'Archivio della Voce dei Poeti", una raccolta di testimonianze audio uniche che conservano la memoria di una stagione letteraria che attraversa tutto il Novecento italiano. Alessandra Borsetti Venier si è occupata dalla fine degli anni  '60 di teatro e performance fino ad arrivare all'impegno sulla lotta alla violenza sulle donne con manifestazioni d'arte dedicate. Nel 2013 fu l'ideatrice della performance "Scarpette rosse".

Cordoglio è stato espresso dal Comune di Firenze e da quello di Pontassieve.

“Con Alessandra Borsetti Venier scompare non solo una grande artista, una performer, ideatrice e animatrice entusiasta e molto attiva, autrice di significativi eventi culturali. Una vera pioniera della cultura cittadina. Firenze – sottolinea Maria Federica Giuliani – ha perso una grande artista. Ne sentiremo molto la mancanza, esprimo il mio cordoglio per la sua prematura scomparsa. E’ stata davvero un’artista poliedrica che ha lottato e operato molto in difesa dei diritti. Tra le sue tante iniziative – ricorda la vice presidente Giuliani – mi preme ricordare la grande installazione “Scarpette rosse”, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla tragica piaga dei femminicidi. Fu una sua personale performance, del 2014, in cui riuscì, a catalizzare attorno a sé tanti amici ed artisti. Era presidente di numerose associazioni, tra cui “La Voce dei Poeti”, e anche presidente della Morgana edizioni”.

"Una persona solare e di grande cultura - scrive il Comune di Pontassieve -, stimata per il suo impegno nel promuovere la cultura e l’arte contemporanea, nella quale si era affermata come vera pioniera, sia in Italia che all’estero. Alla sua costanza si deve anche l'archivio “La voce dei poeti”, una raccolta di testimonianze audio uniche che conservano la memoria di una stagione letteraria che attraversa tutto il Novecento italiano. Ai familiari, agli amici vanno le condoglianze dell'Amministrazione Comunale".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità