comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
«Se mi riprendi ti butto a mare»: troupe Rai minacciata con spintoni e calci sul lungomare di Bari

Attualità lunedì 17 febbraio 2020 ore 19:03

L'ampliamento dell'aeroporto infiamma il consiglio

Il dibattito sullo sviluppo dell'Amerigo Vespucci di Peretola è seguito alla decisione del Consiglio di Stato in merito alla Valutazione Ambientale



FIRENZE — La sentenza del Consiglio di Stato ha riaperto la discussione in merito allo sviluppo dell'infrastruttura aeroportuale di Firenze ed il dibattito si è riacceso anche in Consiglio comunale.

“Lo sviluppo di questa città passa anche dallo sviluppo del suo aeroporto. La nostra posizione è chiara e ben delineata. Prendiamo atto di quanto deliberato dal Consiglio di Stato, verranno fatti tutti i rilievi e le valutazioni del caso ma siamo altrettanto convinti che non dobbiamo fermarci. Il percorso per la modernizzazione di Peretola deve proseguire, saranno necessari ulteriori passaggi ma non possiamo permetterci di tornare indietro. Abbiamo bisogno di un aeroporto più sicuro, più competitivo. Ne ha bisogno la nostra città, ne ha bisogno la Toscana tutta, perché funzioni al meglio quel sistema aeroportuale che può consentire un salto in avanti alla nostra regione nel suo complesso. Per questo c’è bisogno di uno sguardo di insieme, una governance ampia, che consenta di superare campanilismi controproducenti e personalismi che non fanno il bene della Toscana. Ora è il momento di impegnarci a ogni livello per riattivare tutte le procedure amministrative necessarie in modo che si possa andare avanti spediti per la realizzazione della nuova pista” ha commentato Nicola Armentano, capogruppo Pd a Palazzo Vecchio.

Gli esponenti della Lega in aula hanno ribattuto “Firenze è il cuore pulsante della Toscana, rafforzarla significa rendere più forte e più grande l’intera Toscana. Qui non si tratta di fare assurde battaglie di campanile, ma di affermare un principio di programmazione regionale nella costruzione e gestione di sistema aeroportuale all’altezza della sfida dei tempi” lo ha detto il vicepresidente del Consiglio Comunale di Firenze, Emanuele Cocollini. “Noi non molliamo, lo sviluppo dell’aeroporto è strategico per la città, noi immaginiamo la Firenze del 2020, il Pd è fermo alla Firenze del 1931, anno d’inaugurazione dell’aeroporto di Peretola” ha aggiunto il presidente della Commissione di Controllo Antonio Montelatici. “Il Partito Democratico - ha detto infine il Capogruppo Federico Bussolin - ha già dimostrato la propria incapacità in materia di infrastrutture: aeroporto, Tav, stadio, nulla si muove in Toscana per colpa delle loro contraddizioni interne. O sono incapaci o complici di questo immobilismo infrastrutturale”.

"Come Fratelli d'Italia abbiamo scelto di non votare l'ordine del giorno presentato oggi in aula dal PD sullo sviluppo dell'aeroporto di Firenze. Perché, se anche siamo favorevoli a procedere con la nuova pista, che migliorerebbe la qualità di vita degli abitanti di Peretola, Brozzi e Quaracchi (ma anche, diladdarno, Ugnano e Mantignano), non possiamo non sottolineare l'incapacità di progettazione e di pianificazione dimostrata in questi anni dagli enti locali da sempre amministrati dallo stesso colore politico" è quanto ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d'Italia Alessandro Draghi. "L'area di Castello è stata oggetto di uno sviluppo massiccio della città (Scuola dei Marescialli, nuovo stadio - salvo poi ripensarci, Polo Scientifico e nuova pista dell'aeroporto), mentre allo stesso tempo la sinistra ci raccontava la favola del Parco della Piana. Linate ha impiegato tre mesi a rifare la pista, qui forse, con questa amministrazione, non la vedrà neppure la prossima generazione di fiorentini" ha concluso Draghi. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità