QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19°31° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 19 agosto 2019

Cronaca martedì 02 aprile 2019 ore 11:00

Finanza scopre 41 irregolari in 6 aziende

Di nove attività commerciali sei sono state sospese. Critiche anche le condizioni igieniche dei locali, alcuni trasformati in dormitorio



CAMPI BISENZIO — Nei giorni scorsi, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale hanno svolto un servizio notturno, insieme ai funzionari dell’Azienda Sanitaria Locale e all’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Firenze, finalizzato a contrastare fenomeni di lavorosommerso”. 

Le attività ispettive hanno interessato quattro capannoni cosiddetti alveare, nelle periferie del Comune di Campi Bisenzio, dove operavano 9 imprese dedite alla produzione di vestiario e accessori in pelle.

L’intervento ha consentito di individuare nelle strutture (particolarmente fatiscenti), 74 lavoratori di origine cinese intenti a lavorare in condizioni di particolare degrado, in ambienti privi di qualsiasi requisito di sicurezza, alcuni adibiti anche a dormitori.

Più in particolare, dei 74 lavoratori complessivamente controllati:

  • 25 erano completamente privi di contratto di lavoro e 4 di essi erano anche irregolari con i permessi di soggiorno
  • 41 sono risultati comunque “irregolari” poiché erano in possesso di un contratto di lavoro non rispondente alla reale attività svolta (ad esempio, dichiarazione di un impiego part time anziché full time)
  • solo 8 sono risultati in regola (il 10 per cento circa)

Le quattro persone non in regola sul territorio italiano (tutti cinesi) e tre datori di lavoro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Firenze, rispettivamente, per il reato di ingresso e soggiorno illegale sul territorio nazionale, e per aver impiegato alle proprie dipendenze lavoratori stranieri privi del permesso di soggiorno.

È stata disposta, contestualmente, la sospensione dell’attività a cura dell’Ispettorato del Lavoro nei confronti di 6 delle 9 ditte.

L’Asl di Firenze, invece, ha provveduto a contestare autonomamente violazioni alla normativa in materia di sicurezza sul lavoro nonché a rilevare le scarse condizioni igienico-sanitarie dei locali.

Le sanzioni amministrative comminate nei confronti dei datori di lavoro e delle persone clandestine sorprese durante le attività di servizio ammontano complessivamente a oltre 110mila euro.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità