Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE13°23°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Trento, fischi e striscioni degli ambientalisti contro Salvini. Il ministro: «Voi volete le auto elettriche prodotte in Cina dove bruciano il carbone»

Attualità domenica 04 febbraio 2024 ore 12:31

​60 anni di “Voce Amica Firenze” a Palazzo Vecchio

L'esperienza dell'ascolto continua e l'associazione Voce Amica Firenze festeggia i suoi 60 anni nel Salone dei Cinquecento



FIRENZE — Con i saluti Istituzionali alla presenza di Sara Funaro, Assessora Educazione, walfare e immigrazione del Comune di Firenze e Andrea Vannucci, Vicepresidente della commissione Tutela della salute Politiche sociali e del Terzo settore Regione Toscana, si apre il convegno di Voce Amica Firenze per i suoi 60 anni di Associazione e 50 anni dalla stesura della Carta Nazionale nella splendida cornice del Salone dei Cinquecento nella mattina di sabato 3 febbraio. Presenti anche il delegato di Cesvot e i volontari dei vari centri di tutta Italia anche delle Associazioni Telefono Amico Italia e Telefono Amico Cevita.

L'Associazione, che si fonda e deve il suo operato sul lavoro di volontari, tutti invitati all’evento con l’apporto delle proprie testimonianze, ha come attività principale il Servizio di Ascolto Telefonico per chiunque abbia il desiderio di parlare ed essere ascoltato perché solo o in una situazione di disagio emotivo. Servizio che i volontari svolgono in modo del tutto gratuito impiegando parte del loro tempo libero per l’ascolto con turni dalle ore 16.00 alle 6.00 del mattino compresi i giorni festivi. I volontari prima di operare, seguono un percorso formativo di circa sei mesi e inoltre l'associazione opera garantendo il totale anonimato.

“Mai come oggi la solitudine è presente nella quotidianità e sempre più persone hanno desiderio di stabilire una relazione con qualcuno”

“Il nostro motto, noi ascoltiamo TUTTI, TUTTI i giorni dalle 16 alle 6. E tutti lo scriviamo in maiuscolo perchè è quello che facciamo!”

Queste le parole del Presidente di Voce Amica Firenze, Marco Lunghi sul palco del Salone dei Cinquecento.

“Sono emozionato ed entusiasta di essere qua. Dieci anni fa abbiamo festeggiato i primi 50 anni qua in Palazzo Vecchio ma in una saletta più piccola, eravamo pochi. C'erano i volontari ed eravamo soli tra di noi. Come associazione siamo stati sempre un po’ isolati perchè garantendo l'anonimato a tutti anche ai volontari, questo ci portava ad essere un po' chiusi. In quella circostanza nominammo un responsabile della comunicazione e sbarcammo sui Social. Ci stiamo pure organizzando su Tic Toc.

Lo sbarco sui Social per noi è stato fondamentale per l'arrivo dei nuovi volontari e per raggiungere i giovani. Nel 2012 eravamo soltanto 8 volontari. Oggi con orgoglio dico che siamo 82 volontari attivi e per tutto l'anno 2023 abbiamo lasciato scoperti solo 4 turni”

“Il servizio iniziò il giorno di Pasqua del ‘64. Allora si chiamava centro di incontro e collaborazione. L'idea era di fare incontri di persona per persone che avessero desiderio e necessità di instaurare contatti. Il coordinatore dell'epoca Tina Muzzi aveva il telefono in casa e lei partì subito con le 24 ore, fortunatamente non tutti avevano il telefono in casa e non c'era il flusso di telefonate di oggigiorno. Poi siamo diventati Voce Amica”

“Ci chiedono se 60 anni fa le cose fossero diverse. Noi non divulghiamo le telefonate per ovvi motivi ma un po' di memoria storica ne abbiamo e secondo noi il disagio psicologico non ha subito grossi cambiamenti nel tempo. Si tratta sempre di storie comuni di sofferenza quotidiana”

Chiara Lam Nang
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno