comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°24° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 24 settembre 2020
Giani
863.615
 
48.62%
Ceccardi
718.605
 
40.46%
Galletti
113.692
 
6.40%
Vigni
7.664
 
0.43%
Fattori
39.668
 
2.23%
Barzanti
16.061
 
0.90%
Catello
16.992
 
0.96%
corriere tv
Sgarbi su Suarez: «È più grave che i ministri non conoscano i congiuntivi, come Di Maio»

Cronaca lunedì 25 settembre 2017 ore 10:35

Università, sette prof agli arresti, 22 interdetti

Maxi-operazione della Finanza in tutta Italia per smantellare un giro di corruzione incentrato sul rilascio delle abilitazioni all'insegnamento



FIRENZE — Una brutta storia di accordi sottobanco, scambi di favori e pressioni su alcuni candidati per favorirne altri è al centro della clamorosa inchiesta Chiamata alle armi condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla procura fiorentina. Pesantissimo il bilancio finale dell'attività investigativa, condotta in vari atenei italiani su 59 indagati: sette docenti universitari agli arresti domiciliari e altri ventidue interdetti dalla al'attività accademica per un anno. Per altre sette persone il giudice per le indagini preliminari di Firenze Antonio Pezzuti si è riservato di far scattare l'interdizione dopo l'interrogatorio di garanzia.

L'inchiesta è iniziata dal tentativo di alcuni professori universitari di indurre un ricercatore candidato al concorso per l'abilitazione all'insegnamento del diritto tributario a ritirare la propria domanda per favorire un altro candidato, in possesso di un curriculum notevolmente meno prestigioso e promettendogli in cambio l'abilitazione nella tornata di esami successiva.

Controlli, approfondimenti e verifiche successive, con oltre 150 perquisizioni domiciliari, in uffici pubblici e in studi privati, hanno scoperchiato un sistema di accordi corruttivi fra numerosi docenti di diritto tributario, alcuni dei quali componenti di commissioni nazionali per l'abilitazione e quindi pubblici ufficiali a tutti gli effetti: una banda che pilotava il rilascio delle abilitazioni sulla base di interessi personali, professionali o associativi che niente avevano a che fare con il merito.

Notizia in aggiornamento



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Cronaca