QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 14°28° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 17 settembre 2019

Cronaca mercoledì 26 ottobre 2016 ore 12:15

Tre capannoni stipati di giocattoli tossici

La Finanza ha multato e denunciato i titolari cinesi di due ditte a Sesto e una a Montale. Sequestrati alberi di Natale, giochi e materiale elettrico



SESTO FIORENTINO — Natale si avvicina e torna il problema di sempre, quello degli addobbi e dei giocattoli senza certificazioni che ne garantiscano la qualità. I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Firenze sono entrati in azione per tempo e hanno trovato, in due distinte operazioni, oltre 80.400 articoli non in regola. Tutto era stipato in tre capannoni, gestiti da cinesi. 

Nel primo blitz, i finanzieri sono risaliti a un ingrosso dell'Osmannoro. Nel capannone di via Senna finito nel mirino dei controlli, hanno trovato più di 48.600 articoli natalizi tra alberi di natale a led, candele luminose, presepi, pupazzi natalizi sprovvisti del marchio CE o della dichiarazione di conformità alle regole europee. Non solo, c'erano anche prodotti utilizzati quotidianamente dagli alunni delle scuole come colle matite, gomme e penne. Il titolare, un 36enne, dovrà pagare una sanzione di 16mila euro.

Il pedinamento di alcuni venditori abusivi di articoli elettrici per la telefonia è stato la mossa che ha portato i finanzieri sulla pista giusta per scoprire i grossisti che riforniscono il mercato dei prodotti illegali. In questo caso in due capannoni, uno sempre a Sesto e l'altro a Montale, in provincia di Pistoia, sono stati sequestrati oltre 31.800 oggetti tra accessori per telefonia e per computer, tutti con il marchio CE contraffatto.

A gestire le ditte sono, anche in questo caso, due cinesi un 40enne ed un 54enne, entrambi regolari in Italia. Tutti e due sono stati denunciati per frode in commercio. 



Tag

Lione, raccolti 109 monopattini dal fiume

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

Cultura

Attualità