QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 24 gennaio 2020

Attualità venerdì 17 maggio 2019 ore 13:11

Scuola, la protesta dei docenti precari

Una lunga attesa e poi la rinuncia ai diritti, "è come pagare il pizzo" denunciano i docenti precari riuniti davanti all'ufficio scolastico regionale



FIRENZE — Gli insegnanti precari in Toscana sono 15mila, 13mila i non abilitati. L'immissione in ruolo è per molti un miraggio e per ottenerla tanti docenti sono pronti a "rinunciare anche ai propri diritti". La denuncia arriva dal presidio organizzato questa mattina davanti all'ufficio scuola regionale in via Mannelli a Firenze. "Un fatto grave. È come pagare il pizzo, per capirci" ad affermarlo è Valerio Cai, responsabile di ''Noi scuola'', alla guida del picchetto di insegnanti precari che hanno scandito lo slogan ''Tre anni per il ruolo''.

I manifestanti hanno rivendicato "il diritto a essere pagati come i docenti di ruolo e come i docenti precari di religione cattolica per quanto riguarda malattia, permessi, mesi estivi e anzianità di servizio". I docenti hanno chiesto l'istituzione di graduatorie provinciali permanenti a scorrimento "per l'immissione in ruolo e per gli incarichi annuali, accessibili a tutti i docenti con 3 anni di insegnamento nelle scuole statali".



Tag

Salvini nell'anteprima di «Porta a Porta», l'inserto senza contraddittorio a pochi giorni dalle elezioni regionali

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca