Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:19 METEO:FIRENZE19°30°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Barricato in casa ad Ardea, all'esterno si sente un'esplosione

Attualità lunedì 10 aprile 2017 ore 12:10

I robot nello scrigno giapponese dello Stibbert

Le sale in cui sono conservate le armature e oggetti decorativi nipponici sono state restaurate e riaprono con la mostra 'Robot Fever'



FIRENZE — Le sale giapponesi del museo Stibbert raccolgono la collezione di armi e armature, oltre a molti oggetti decorativi, che provengono dal Giappone e furono realizzate da Stibbert tra il 1889 e il 1890 con la collaborazione di Gaetano Bianchi e Cesare Fortini. 

Solo nei primi decenni del Novecento l'allestimento originario fu in parte modificato da Alfredo Lensi, primo direttore del museo. Da allora gli ambienti non erano mai stati oggetti di restauro fino a oggi. Ora l'intera sezione dell'armeria giapponese riaprirà i battenti, completamente rinnovata sia per quanto riguarda gli ambienti e le decorazioni, che per quanto riguarda le armature dei samurai.

Con un evento speciale: la mostra 'Robot Fever: il Samurai nell'era dei Chogokinche' che espone parte degli oggetti più rari e inconsueti raccolti da Stibbert per allestire la sezione giapponese del suo Museo mettendoli a confronto con i robot contemporanei, quelli che la fanno da padrone tra i giocattoli orientali e americani. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli inquilini di uno stabile hanno chiamato la polizia sventando così un furto commesso da giovanissimi. Uno è stato bloccato, gli altri sono fuggiti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità