Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità venerdì 26 novembre 2021 ore 13:06

Informazioni condivise contro crimini informatici

La firma del protocollo
La firma del protocollo

E' il senso del patto di collaborazione siglato oggi dalla polizia postale e delle comunicazioni e Gucci per prevenire attacchi e danni



FIRENZE — La lotta ai crimini informatici passa per la condivisione di informazioni: è il senso del protocollo d'intesa siglato stamani, alla presenza del questore di Firenze Filippo Santarelli, tra il dirigente della polizia postale e delle comunicazioni della Toscana Alessandra Belardini e il chief financial officer di Gucci Alberto Valente.

Il protocollo ha l’obiettivo di condividere e analizzare informazioni in grado di prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture informatiche Gucci, e la sottoscrizione è avvenuta presso Palazzo Settimanni, palazzo fiorentino nel quartiere di San Frediano acquistato da Gucci nel 1953. Inizialmente adibito a fabbrica e laboratorio, dal primo Luglio scorso è la nuova sede dell’archivio Gucci.

Grazie all’intesa avviata, la polizia postale e Gucci collaboreranno non solo nello scambio di informazioni, ma anche fornendo reciproche e tempestive segnalazioni per affrontare situazioni di emergenza che possano creare minacce, vulnerabilità o incidenti in grado di danneggiare la regolarità dei servizi di telecomunicazione, o ancora organizzando momenti di formazione con l’obiettivo di migliorare gli strumenti di lotta ai crimini informatici.

“Il cyber spazio è un territorio pieno di opportunità, ma non scevro da insidie – ha evidenziato il questore di Firenze –. Le forme di collaborazione tra pubblico e privato rappresentano fondamentali strumenti per la creazione di un sistema di security efficace".

“Sempre più spesso società importanti cadono sotto la rete di cyber criminali e risulta difficile intervenire per tempo", ha affermato Belardini. “In un panorama digitale sempre più complesso, la collaborazione, l’aggiornamento e la formazione diventano fattori critici per garantire la tutela del nostro patrimonio informatico e di quello dei nostri clienti", ha sottolineato Valente.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio, sviluppatosi nella tarda mattinata, ha coinvolto un fabbricato e in particolare la copertura. Sul posto i vigili del fuoco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità