QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 16°21° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 15 ottobre 2019

Elezioni sabato 27 aprile 2019 ore 09:30

Fabrizio Valleri candidato per Libera Firenze

Presentata la lista civica Libera Firenze e il candidato a sindaco Fabrizio Valleri, 42 anni calciante dei Bianchi di Santo Spirito



FIRENZE — Anche Libera Firenze correrà alle elezioni del prossimo 26 maggio. Candidato sindaco per la lista civica Fabrizio Valleri, calciante dei Bianchi di Santo Spirito. 

"In vista delle elezioni comunali - scrive Libera Firenze in una nota - e di quartiere del 26 maggio 2019, ci siamo riuniti, esponenti della lista civica Firenze Viva e in particolare Fabrizio Valleri, autonomisti sostenitori della “Rivoluzione Rionale” del Comitato Libertà Toscana, esponenti dei comitati ambientalisti di Firenze (in particolare per la difesa degli alberi, contro nuovi treni Sirio, contrari a nuove colate di cemento e di ferro), attivisti del Quartiere 1 e tante altre persone appassionate nella difesa della qualità della vita a Firenze, dal centro a ogni periferia".

"A Firenze le cose non vanno bene, non potevamo far finta di nulla. I programmi di Nardella e Bocci sono troppo simili. Altri candidati in campo non sono né forti, né chiari su questioni importanti, che a noi stanno a cuore. Abbiamo quindi deciso di fare una lista anche noi, una lista veramente civica e indipendente dalla politica dei vertici nazionali e regionali, che si chiama LIBERA FIRENZE"

"La nostra lista civica, a livello comunale, sarà forse solo una testimonianza, ma nei quartieri ci saremo, invece, proprio per contrastare coloro che hanno voluto farne scatoloni grandi, artificiali e vuoti. Lotteremo con le mani nude dei cittadini: assemblee di contro-informazione, volantinaggi, presidi di protesta, il voto. Vogliamo che Firenze resti una città abitabile, per i suoi cittadini, con più servizi e un turismo meno invasivo; contro gli eccessi di cemento e di ferro; con più alberi e meno magnifici; più a misura di bambini e anziani, con meno barriere architettoniche, meno sporcizia, meno rumore".

Questi i punti principali del mandato:

- Più centri civici rionali, più servizi sanitari e sociali raggiungibili a piedi

- Più residenti e artigiani in centro, più cura delle periferie

- No al raddoppio dell'aeroporto e dei flussi turistici

- Sì alla copertura dello stadio e alla valorizzazione degli impianti esistenti

- Sì ai bus elettreci e a tram più leggeri, meno distruttivi, no a nuove foreste dei pali



Tag

Siria, Conte: «Italia capofila sullo stop alle armi», poi perde la pazienza con il cronista: «Mi faccia rispondere»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità