Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:09 METEO:FIRENZE24°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 28 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cade container su una nave al porto di Aqaba: una fuga di gas tossico provoca 13 morti

Imprese & Professioni domenica 17 aprile 2022 ore 12:40

​Cos'è Solana, l'altcoin stella delle criptovalute

È soprannominata il Netflix delle criptovalute ed è pronta a rubare le luci della ribalta di Ethereum. Ecco tutto ciò che devi sapere su questa moneta in rapida ascesa.



FIRENZE — Fondata da Anatoly Yakovenko nel 2019, Solana è una blockchain open source decentralizzata che ha una struttura per certi aspetti simile a Bitcoin ed Ethereum, la cui valuta nativa è la criptomoneta di Solana, SOL.

Questa si caratterizza come una moneta alternativa di nuova generazione, veloce, sicura e resistente alla censura che offre molte funzionalità non previste da Bitcoin, come quella di consentire agli utenti di creare applicazioni decentralizzate (DApp), NFT e altro ancora, disponibili invece con Ethereum.

Rispetto a quest’ultima, però, Solana presenta un software molto più intuitivo da produrre e utilizzare, maggiore scalabilità e soprattutto velocità. Un’altra differenza con con Ethereum è data inoltre dall’algoritmo di consenso che Solana utilizza, chiamato Proof of History (PoH), in contrapposizione a Proof of Stake (PoS) o Proof of Work (PoW) usati da Bitcoin e Ether.

Solana può essere acquistata attraverso numerose piattaforme di criptovalute, come bitcoin up. Quest’ultima è una delle più indicate in questo senso perché molto semplice e veloce, per cui basta solo iscriversi e seguire le istruzioni per procedere all’acquisto.

Che cos'è la “Proof of History” e perché rappresenta un’innovazione?

La Proof of History è l’innovativo sistema che consente ai computer di creare i blocchi di una blockchain. Bitcoin, ad esempio, si basa sul sistema Proof of Work, in cui i nodi (cioè i computer) competono per risolvere prima il puzzle crittografico, dimostrando quindi di aver svolto una certa quantità di lavoro prima di poter aggiungere un blocco alla catena.

Un altro sistema di questo tipo è il Proof of Stake, che sceglie il nodo in modo casuale preferendo però chi spende più energia per provare a vincere la gara. Entrambi quindi hanno alla base un continuo scambio di informazioni tra computer, che richiede molto tempo.

In questo panorama si inserisce il sistema Proof of History (PoH) che, a differenza di quanto visto finora, non richiede notevoli quantità di tempo per funzionare. Esso infatti usa solo una serie di timestamp in modo che tutti sappiano cosa sta succedendo in quell’esatto momento.

In questo senso, Solana può creare un blocco in circa 400 millisecondi. Al contrario, Ethereum impiega circa 10 secondi per la stessa operazione, mentre Bitcoin richiede addirittura circa 10 minuti.

I vantaggi del nuovo algoritmo di consenso sono notevoli: attraverso questo sistema, Solana è stata in grado di raggiungere il record di 400.000 transazioni al secondo prima di iniziare ad avere problemi, tempestivamente risolti, pertanto da allora la rete è migliorata. Di conseguenza non regge il confronto con Ethereum 2.0, che attualmente ha il potenziale per farne 100.000, mentre Bitcoin ne fa circa sette.

Come se non bastasse, Solana oggi è ancora più veloce di Visa per quanto riguarda le transazioni al secondo. Quest’ultima può infatti completare “solo” circa 24.000 transazioni al secondo.

Perché la velocità è importante per le criptovalute?

Se una moneta si pone l’obiettivo di diventare mainstream a livello mondiale, deve possedere delle caratteristiche imprescindibili: deve essere accessibile, robusta e soprattutto veloce. Quest’ultimo è un fattore che può fare la differenza nel successo di una criptovaluta.

In questo senso, Solana sembra rispondere a tutti i requisiti, specialmente in relazione ai grandi player attuali come Bitcoin ed Ethereum. Questo è quindi uno dei principali motivi per cui il suo valore è salito alle stelle di recente.

Di che crescita si parla? Un anno fa, un Solana (SOL) valeva appena 1,70 dollari. Allo stato attuale, invece, vale ben 104 dollari. Chiunque abbia acquistato 10 monete l’anno scorso, quindi, avrebbe speso solo 17 dollari ma oggi possiede 1.040 dollari.

Un bel aumento, no? Questo spiega perché Solana è anche la quinta criptomoneta più preziosa in circolazione.

Quali sono le previsioni al riguardo? Potrebbe arrestarsi qui la sua ascesa? In base a come stanno le cose, sembra proprio di no.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Comune accoglie l'invito dell’Autorità idrica Toscana: stop all'uso dell'acqua potabile per scopi diversi da quelli igienico-domestici
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca