Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:20 METEO:FIRENZE21°33°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Siccità grave anche in Germania, i livelli del fiume Reno ai minimi storici

Lavoro sabato 28 febbraio 2015 ore 12:05

Artigianato, le imprese della Piana traballano

Nell'ultimo anno calo dell'3,2 per cento, secondo i dati di Confartigianato. Incontro con gli imprenditori su tfr, Irap, Expo 2015, bando restauratori



CAMPI BISENZIO — L’incontro di aggiornamento organizzato da Confartigianato Firenze e Prarto è stato intitolato  “@passo d’impresa” e punta ad aggiornare gli imprenditori dell’area su tutta una serie di novità  legislative e non.

Tra questi l’esonero contributivo (36 mesi, per un massimo di 8.600 euro/anno) per i nuovi assunti con contratto a tempo indeterminato; il pagamento, su richiesta dei dipendenti, di una quota mensile del Tfr; la conferma degli 80 euro per i dipendenti con redditi inferiori a 24mila euro; gli sconti Irap per le imprese (differenziati a seconda della presenza o meno di lavoratori dipendenti, deduzione integrale dall’imponibile del costo del personale nel primo caso, credito d’imposta del 10% dell’Irap da portare in compensazione nel secondo caso); le opportunità offerte, a Milano e in loco, dall’Expo 2015; l’illustrazione dettagliata del bando per i restauratori.

“Argomenti utili alle imprese della Piana – spiega Paolo Gori, presidente Confartigianato Piana Fiorentina – che, pur essendosidimostrate più resistenti alla crisi di quelle del resto della provincia di Firenze (dal 2009 al 2014 sono diminuite dello 0,5% rispetto ad una media provinciale dell’1,6%), hanno dato nell’ultimo anno segnali di cedimento, riducendosi in 12 mesi dell’1,2%”.

Ancora meno brillante la performance dell’artigianato che, nello stesso arco temporale, ha perso il 3,, per cento delle proprie imprese (la media provinciale è -5,3 per cento).

Sempre secondo i dati di Confartigianato, il Comune della piana fiorentina che ha tenuto meglio di tutti è quello di Calenzano che, negli ultimi cinque anni, ha addirittura incrementato il numero d’imprese (+0,9%). 

Per il resto, prevale il segno meno: Sesto Fiorentino ha perso lo 0,3%, Campi Bisenzio l’1,4%, Signa l’1,7% e Lastra a Signa addirittura il 3% (valore, quest’ultimo, che supera la media provinciale di quasi un punto e mezzo). 

Maglia nera a Lastra anche per quanto riguarda l’artigianato (-7,2%), mentre il Comune in cui il comparto ha affrontato meglio la crisi è quello di Signa (-0,8%).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo aveva 56 anni. Il corpo non presenta ferite o segni di violenza così come non ci sono segni di effrazione nell'appartamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca