QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18°26° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 23 agosto 2019

Elezioni venerdì 17 maggio 2019 ore 16:05

Tajani assegna un cartellino rosso al governo

Il presidente del Parlamento europeo è intervenuto a sostegno del candidato del centrodestra, Ubaldo Bocci. Obiettivo: la Regione Toscana nel 2020



FIRENZE — Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha partecipato stamani ad un evento elettorale organizzato da Forza Italia a sostegno del candidato sindaco del centrodestra Ubaldo Bocci. Tajani ha ricordato "Il centrodestra ha vinto a Grosseto, ad Arezzo, a Siena, a Pisa, ha vinto a Pistoia. Vogliamo vincere anche a Firenze per chiudere il cerchio e poi candidarci alla guida della Regione Toscana. Forza Italia ha buoni nomi da offrire ai nostri alleati per avere un futuro governo di centrodestra anche in Toscana".

Il presidente dell'assemblea europea ha assegnato "un cartellino rosso al governo". Sulla politica nazionale Tajani ha sottolineato "il governo è fermo con ripercussioni negative sull'economia: guardiamo cosa è successo con lo spread, abbiamo bruciato miliardi e miliardi di euro che potevano essere utilizzati per fare politica sociale o per aiutare imprese che assumono giovani".
"Il centrodestra - ha aggiunto - è una coalizione non litigiosa che ha una visione comune delle soluzioni da dare per combattere la disoccupazione, per aiutare le Pmi, gli artigiani, gli agricoltori e i liberi professionisti, che sono quelli che possono creare lavoro, perché il problema principale del nostro paese oggi è il lavoro".

Il leader resta Silvio Berlusconi? "Dopo Craxi, Andreotti e Berlusconi l'Italia non ha più avuto un leader capace di incidere in Europa" ha risposto Tajani ricordando che "ci candidiamo con candidati che possono andare a fare i deputati europei. Io sono capolista nell'Italia centrale, Berlusconi capolista in tutto il resto d'Italia. Ci candidiamo per andare a fare i deputati europei, non per fare propaganda e poi mandare avanti altri".

Sul tema del 5G, sperimentato recentemente anche a Prato, Tajani ha messo in guardia dall'interesse orientale sulle nuove tecnologie "non dobbiamo darlo in mano ai cinesi perché c'è già un'offensiva pericolosissima da parte della Cina per invadere il nostro mercato, per occupare spazi così come hanno fatto in Grecia e in Portogallo" ha affermato.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità