QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 17°27° 
Domani 17°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 27 maggio 2016

Politica lunedì 14 marzo 2016 ore 18:43

Maggio musicale, i dubbi dell'opposizione

Il sovrintendente Francesco Bianchi sarà sentito in 31 marzo in commissione a Palazzo Vecchio sui temi relativi ai conti della Fondazione

FIRENZE — E' un dibattito acceso  in Consiglio comunale quello relativo al bilancio 2016 della Fondazione Maggio musicale. E tra le fila dell'opposizione cresce la polemica.

Rispetto all'ipotesi di nuovi tagli al personale nel 2016 in teatro, l'assessore Federico Gianassi ha riferito che "il sovrintendente ha assicurato che non ci saranno né mobilità né licenziamenti per l'anno in corso". Quanto ai dati del bilancio 2016, da tempo richiesti dai consiglieri, l'assessore ha spiegato di essere stato informato dal sovrintendente che "tali numeri verranno pubblicati immediatamente sul sito della fondazione non appena verrà approvato in sede di Consiglio di indirizzo".

“Nelle poche occasioni di confronto che il Consiglio comunale ha avuto col sovrintendente - ha detto il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio comunale Francesco Torselli - abbiamo sempre sentito Francesco Bianchi parlare esclusivamente di matematica, di conti da far quadrare, di lavoratori trattati come unità da aggiungere o togliere a piacimento dai bilanci e, ultimamente, lo abbiamo sentito chiedere di essere giudicato solo sulla base dei numeri. Bene, chi vuol essere giudicato per i numeri, deve però essere il primo a fornirli, i numeri, come ad esempio quelli che riguardano i suoi compensi: oltre ai 190mila euro di stipendio, oltre ai 10mila euro di premi, il sovrintendente ha avuto altri rimborsi dalla fondazione del Maggio musicale?”

"Era il dicembre del 2012 - ha detto nel suo intervento la consigliera Cristina Scaletti (La Firenze Viva) -quando da assessore regionale alla cultura annunciai il voto contrario al consuntivo del bilancio del Maggio musicale fiorentino e ne chiesi il commissariamento opponendomi con forza alla gestione Colombo e ai tagli del personale. Poi è arrivato il commissario nominato dal Governo Francesco Bianchi, oggi sovrintendente, e la legge Bray con tantissimi fondi subordinati però ad una gestione virtuosa della Fondazione. Ma nessuno oggi conosce quel piano di risanamento, perché ci dicono che sono documenti riservati, così come il bilancio di previsione 2016".

L'assessore Gianassi ha poi parlato dell'ipotesi di vendita del Teatro Goldoni: "Una scelta che ha avanzato il Sovrintendente del Maggio. Lui stesso - ha detto l'assessore - ci ha comunicato di stare esplorando questa ipotesi che oggi stesso viene inserita negli allegati del Bilancio di previsione 2016. Ma come Comune noi non abbiamo dato il via libera a nessuna vendita e faremo tutti gli accertamenti in modo puntuale e con molta attenzione, inclusi quelli inerenti alla delibera con cui il Consiglio comunale aveva attribuito al Maggio la proprietà del Goldoni".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità