QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 novembre 2017

Attualità lunedì 13 novembre 2017 ore 16:15

Imprenditori uniti per dare ali alla nuova pista

Un centinaio di rappresentanti delle categorie economiche al corteo in "giacca e cravatta" per dire sì all'ampliamento dell'aeroporto di Firenze

FIRENZE — Giacche e cravatte c'erano come promesso anche se nascoste dai cappotti pesanti per proteggere dal freddo gelido piombato da nord i cento imprenditori che davanti all'aeroporto Vespucci di Firenze hanno srotolato il loro striscione per dire sì alla nuova pista parallela all'autostrada. Opera per ora bloccata in attesa del via libero dal ministero dell'ambiente alla valutazione di impatto ambientale ma che per Confindustria Firenze, Cna, Confcommercio e Confesercenti, che hanno indetto la manifestazione a cui era presente anche il viceministro dei trasporti Riccardo Nencini, è indispensabile allo sviluppo economico della piana fiorentina. "Stiamo aspettando la pista dal 1950 e dopo quasi settant'anni credo che un appello per far capire quanto fosse necessaria una nuova pista all'aeroporto di Firenze fosse qualcosa di dovuto alla città e all'area metropolitana - ha detto il presidente di Confindustria Firenze Luigi Salvadori - L'aeroporto è uno strumento per favorire le attività produttive e creare nuove occasioni di lavoro". 

Prospettiva non condivisa dai sindaci di Calenzano Alessio Biagioli, di Carmignano Edoardo Prestanti, di Poggio a Caiano Marco Martini, e di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi che hanno criticato la manifestazione insieme al sondaggio commissionato da Confindustria a Ipr Marketing secondo cui il 62 per cento dei cittadini della piana è favorevole alla nuova pista. In una nota i quattro primi cittadini hanno detto che "la nuova pista è dannosa per l'ambiente e per i cittadini che vivono e lavorano nella Piana. Continuare a definirla necessaria con sondaggi di opinione e manifestazioni, nasconde, in realtà, la debolezza delle motivazioni". A loro gli imprenditori hanno risposto così: "Noi vogliamo serenità, il 21 novembre li invitiamo in Camera di Commercio dove insieme alle categorie e ai territori discuteremo dell'opera che non è solo nostra ma di tutti e per tutti", ha detto il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi. 

Ora i vertici di Toscana Aeroporti contano di ottenere a breve tutte le autorizzazioni necessarie a iniziare i lavori di costruzione della nuova pista dell'aeroporto. "Confidiamo di essere alla fine del percorso. Abbiamo integrato la documentazione alla luce della nuova normativa ambientale europea. E' una documentazione completamente nuova". La prospettiva è quella di avere la nuova pista nel 2020. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca