QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 6° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 12 dicembre 2017

Cronaca martedì 10 ottobre 2017 ore 12:53

I corrieri della droga col tassista personale

La squadra mobile di Prato ha stroncato un traffico di eroina a Prato. A finire in manette tassisti abusivi, corrieri e spacciatori di droga

PRATO — Una mansarde come base logistica di spacciatori e corrieri della droga, soprattutto di eroina. La squadra mobile di Prato ha sgominato una banda di nigeriani che trafficavano eroina, tra Prato e Firenze. I corrieri si facevano anche trasportare con un taxi abusivo nei vari passaggi di droga.

Tutto è iniziato con l'arresto, avvenuto questa estate, di un corriere della droga nigeriano. Ma il corriere/spacciatore finito in manette è stato subito sostituito nell’attività di spaccio da un altro connazionale.

Il nuovo corriere aveva una base logistica a Montemurlo, in una mansarda posta all’ultimo piano di una piccola palazzina, all'interno della quale abitavano alcuni nigeriani. 

Ed è qui che la squadra mobile appostata ha notato arrivare l'auto di un tassista abusivo della comunità nigeriana. Il tassista dopo pochi minuti ha fatto salire un uomo con un trolley. L’auto è stata seguita dalla polizia fino a Prato, dove l’uomo è entrato in un’abitazione uscendo dopo poco senza avere più con sé il baglio, risalendo sul taxi abusivo per ritornare al punto di partenza, cioè alla mansarda di Montemurlo.

Quindi l'irruzione della polizia nella mansarda. Qui sono stati rinvenuti 3000 euro, 30 grammi di eroina. A questo punto i poliziotti si sono diretti anche nell'abitazione di Prato dove in una camera è stato trovato il trolley dove erano nascosti 98 involucri di eroina dal peso di 1 chilo, e altri 22 ovuli sempre di eroina.

A finire nei guai anche il tassista abusivo, anche lui nigeriano, fermato mentre era a bordo del taxi insieme ad una altro connazionale. Durante l'interrogatorio l’autista ha ammesso di accompagnare vari connazionali tra Prato e Firenze, il secondo invece ha ammesso di essere un “corriere” di droga e di aver ingerito svariate decine di ovuli che avrebbe dovuto trasportare a Prato.

Dall'esame della Tac all'interno dell'uomo sono stati visti oltre 100 ovuli. Al momento è piantonato in Ospedale Entrambi i nigeriani sono stati arrestati. Proseguono le indagini volte a capire l’esistenza di altri nigeriani coinvolti nel traffico di droga. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità