QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10°24° 
Domani 10°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 settembre 2016

Attualità martedì 05 gennaio 2016 ore 12:25

Tramvia, il successo della linea 1

13 milioni di viaggiatori trasportati ogni anno con conseguente riduzione del traffico e delle emissioni inquinanti sulla direttrice Scandicci-Firenze

FIRENZE — La linea 1 è antrata in servizio il 14 febbraio 2010, percorre 7,4 chilometri e conta 14 fermate: parte da “Villa Costanza” a Scandicci per terminare la sua corsa alla fermata “Alamanni Stazione” a Santa Maria Novella a Firenze. Il servizio viene effettuato con l’impiego di 17 treni, ciascuno capace di una capienza massima di 272 persone. La frequenza dei tram è di 4 minuti e sono circa 22 i minuti impiegati per completare il percorso.

Arpat Toscana ha fatto un primo bilancio, a distanza di cinque anni dall'apertura della linea 1, dell'impatto che la prima linea della nuova rete tranviaria ha avuto sulla mobilità di Firenze.

"La linea T1 - scrive Arpat - si è ormai attestata su un afflusso medio di circa 13 milioni di passeggeri, su un percorso che, prima dell'arrivo della tramvia, era servito con linee di autobus che trasportavano circa 1 milione di persone l'anno".

"La Regione Toscana nel 2010 e nel 2012 ha effettuato delle rilevazioni campionarie sull’utilizzo della tramvia, dal quale risulta che di circa il 24-25 per cento di coloro che viaggiano ora con il mezzo pubblico prima si muovevano in auto o moto. Un’analoga indagine effettuata da Gest nel 2011, rilevava una percentuale del 54 per cento di viaggiatori della tramvia che affermavano che in precedenza per effettuare lo stesso spostamento usavano mezzi privati".

Arpat rende noto che "Non sono disponibili dati puntuali sugli effetti dell’introduzione della tramvia Firenze - Scandicci sulla circolazione stradale ed in particolare sul numero di veicoli in meno che ogni giorno sono in movimento sulle strade, dato che permetterebbe di valutare in modo preciso la quantità di inquinanti sottratta dalla tranvia all’aria della città. Tuttavia, secondo una indagine della Regione Toscana del 2010 si stimava una riduzione di circa 3.000 auto al giorno; valutazioni più recenti espresse sulla stampa da parte di amministratori locali del Comune di Firenze, che sembrano plausibili in relazione ai viaggiatori trasportati dalla tranvia, parlano di una riduzione del traffico nell’ordine del 20 per cento".

In ogni caso un impatto decisamente importante sul traffico ed anche per migliorare la qualità dell’aria respirata a Firenze. Da questo punto di vista qualche conferma viene anche dai dati della centralina della qualità dell’aria di “fondo” collocata in via Buozzi a Scandicci che ha rilevato i seguenti valori:

                                                  2007   2008  2009  2010  2011  2012  2013  2014 
Media annuale PM10 mg/m3    39       35      35      33      29      27      24      20     FI – Scandicci

Media annuale PM10 mg/m3    26       25      25      23      26      23      20      19     Fi – Boboli

Attualmente sono in corso di realizzazione la linea 2 che collegherà la Stazione Santa Maria Novella con l’Aeroporto Vespucci e la linea 3 che permetterà di raggiungere l’Ospedale di Careggi sempre dalla Stazione ferroviaria centrale. L’entrata in servizio delle linee 2 e 3 della tranvia è prevista per il 2017, la GEST prevede di portare il numero di viaggiatori trasportati a raggiungere con esse complessivamente i 40 milioni /anno.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità