QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi -1°7° 
Domani -3°7° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 06 dicembre 2016

Cronaca mercoledì 20 gennaio 2016 ore 18:30

Una dichiarazione d'amore da...denuncia!

Ha pensato bene di esprimere i suoi sentimenti nei confronti di una ragazza scrivendo una frase romantica su un muro della Chiesa di Sant'Ambrogio

FIRENZE — Questo gesto è costato a un uomo di 39 anni una denuncia da parte della polizia municipale.

Sono stati proprio i vigili ad accertare, nella prima mattinata di mercoledì, che lungo il fianco della chiesa di Sant'Ambrogio qualcuno aveva realizzato una grande scritta

''Ma quanto ci metti per capire che inesorabilmente siamo innamorati'', questa la frase che l'uomo ha scritto con la vernice nera sulle antiche pietre deturpando pesantemente il muro storico della chiesa.

A sinistra della scritta un grosso cuore rosso sormontato dalla scritta in azzurro "(in)dipendente" mentre a destra una lunga freccia nera ed arancione indicava una nuova scritta "Di Te & Tu di Me'' in rosso ed arancione.

La pattuglia ha chiesto l'intervento del personale della squadra-writer della polizia municipale che ha trovato ulteriori scritte dello stesso tenore anche in via dell'Ortone e via della Mattonaia con una J puntata come firma

Da colloqui con gli esercenti della zona, è emerso che la dichiarazione' è stata realizzata nella notte di martedì. Quindi, considerato che una scritta più piccola ma analoga era anche su di un portone della strada, i vigili hanno avviato alcuni accertamenti sugli abitanti del palazzo. 

Soltanto una persona è risultata compatibile con una scritta amorosa: una giovane di 22 anni.

La 22enne ha ammesso di conoscere il writer romantico.

L'uomo, che ha che anche dichiarato di essere uno stimato professionista, si è presentato poco dopo nell'abitazione ed è stato denunciato per deturpamento e danneggiamento di un bene storico-architettonico.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità