QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19°27° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 31 agosto 2016

Cultura venerdì 04 marzo 2016 ore 12:48

Un percorso per scoprire la donna nei secoli

Il sarcofago di Letitia Saeianti

In occasione dell'8 marzo, Enjoy Firenze organizza un itinerario nel Museo Archeologico, alla scoperta dell'iconografia femminile nella storia

FIRENZE — Un itinerario alla scoperta dell’iconografia della figura femminile attraverso le sale del Museo Archeologico di Firenze, pensato in occasione della festa della donna: è la speciale iniziativa per il mese di marzo, in programma per martedì 8 alle 16 e firmata Enjoy Firenze, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana.

A cura di Cooperativa Archeologia, l'evento sarà un viaggio attraverso secoli di storia, con l’ausilio di statue, rilievi, raffigurazioni e ceramiche che illustrano come, anche nelle epoche più antiche, la maniera di raffigurare la donna fosse legata all’importante ruolo e al grande valore che l’elemento femminile ricopriva all’interno della società.

Il programma si apre sabato 5 marzo con un esclusivo itinerario lungo il Corridoio Vasariano, il percorso del Principe, fatto costruire in soli 5 mesi dal granduca Cosimo I ad opera del Vasari, per collegare Palazzo Vecchio con la residenza privata dei Medici.

Domenica 6, invece, si svolgerà l'iniziativa Un pomeriggio a Palazzo Pitti con la mostra I doni e le collezioni del re, dedicata al soggiorno del sovrano nella reggia fiorentina per celebrare il centocinquantesimo anniversario di Firenze Capitale.

Tra le dodici proposte in calendario per il mese, anche il terzo appuntamento con “50 anni dall’alluvione in 5 tappe”, il nuovo progetto dedicato all’esondazione dell’Arno che nel 1966 ha rischiato di cancellare per sempre alcuni dei più importanti monumenti e opere d’arte della città.

Al centro dell’incontro di domenica 20 marzo, che si terrà presso la libreria Todo Modo, sarà il racconto della furia dell’Arno nel quartiere Santa Maria Novella e dei danni subiti dagli affreschi e dalle opere nella basilica omonima.

A seguire è prevista una visita al complesso monumentale di Santa Maria Novella, durante la quale storici dell’arte e restauratori illustreranno l’eccezionale opera di restauro realizzata sugli affreschi del Ghirlandaio e di Filippino Lippi nella Cappella Maggiore, oltre che sui quattro affreschi del Chiostro Verde, opera di Paolo Uccello.

Completano il programma la mattinata tra le stanze di due case del Rinascimento: il Museo Horne e Casa Vasari (12 marzo); una visita al Museo Opificio delle Pietre Dure, considerato tra i più belli e meno conosciuti della città (19 marzo) e un percorso per le vie del centro storico pensato per fiorentini doc, ma non solo (28 marzo).

Ad arricchire la programmazione, tre percorsi fuori porta: dallo scavo delle Navi Antiche di Pisa, con le sue 30 imbarcazioni di epoca romana e la storia del loro ritrovamento e restauro (12,20 e 28 marzo), a una passeggiata pomeridiana per le strade di Prato alla scoperta dei suoi più affascinanti tesori.

Fra questi il Castello dell’Imperatore, unica testimonianza dell’architettura sveva dell’Italia centro settentrionale, la Basilica di Santa Maria delle Carceri e il Duomo, che accoglie affreschi di Agnolo Gaddi, Filippo Lippi e sculture di Donatello (13 marzo), per concludere con un percorso ad Arezzo sulle tracce dell’arte di Piero della Francesca (20 marzo).

Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it.

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità