QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 10 dicembre 2016

Cultura venerdì 22 gennaio 2016 ore 16:00

Un 2016 tra Fabre, Bourgeois, Wurm e Weiwei

Sarà un anno ricco di grandi mostre quello che Firenze si appresta a vivere. Lo ha annunciato il sindaco Dario Nardella illustrando i futuri eventi

FIRENZE — Saranno Jan Fabre, Louise Bourgeois, Erwin Wurm e Ai Weiwei i protagonisti delle grandi mostre contemporanee del 2016 che si svolgeranno a Firenze.

Ad annunciarlo il sindaco Dario Nardella, che ha fatto il punto sui progetti culturali per il prossimo anno.

Firenzeha detto il sindaco Nardella – è sempre stata grande perché è sempre stata contemporanea. Per questo la nostra amministrazione punta molto sulla contemporaneità, vera cifra della nostra città”.

Jan Fabre sarà da marzo ad ottobre 2016 in piazza Signoria e al Forte Belvedere mentre a settembre arriveranno gli altri: le opere di Bourgeois in varie piazze, Wurm al Museo Novecento e piazza Santa Maria Novella, e Weiwei a Palazzo Strozzi.

Nardella ha anche fatto qualche anticipazione sull’Estate fiorentina 2016: si conferma la formula delll’estate lunga sei mesi, con inizio il 30 aprile con l’evento inaugurale della Notte Bianca

Il budget complessivo sarà di 700mila euro. Tra i progetti annunciati dal sindaco, anche la valorizzazione del Museo Novecento, apertura sale per mostre temporanee, biglietteria online e caffetteria e bookshop.

Rispetto ai numeri del 2015, Nardella ha ricordato le buone performance dei musei civici con 1.457.140 visitatori e tra questi il più visitato è ovviamente Palazzo Vecchio con quasi 680mila presenze nel 2015, e della Firenze Card (102.186 vendute, + 21%). 

Bene anche le mostre: Human di Gormely al Forte ha visto 174mila visitatori, Magnificent oltre 41mila e gli Arazzi medicei in Palazzo Vecchio oltre 17mila. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità