QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 8° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 novembre 2017

Attualità lunedì 13 novembre 2017 ore 16:59

"Nessun vantaggio dalla nuova pista al Vespucci"

Dura presa di posizione dei Comitati per la Salute della Piana dopo il sit in degli imprenditori per dire sì all'ampliamento dell'aeroporto di Firenze

FIRENZE — Non ci sono solo i quattro sindaci di Sesto Fiorentino, Poggio a Caiano, Carmignano e Calenzano a criticare la manifestazione delle categorie economiche davanti allo scalo aeroportuale fiorentino. Ci sono anche i Comitati per la salute della piana di Prato e Pistoia a prendere posizione contro un'iniziativa che in una nota  bollano come l'azione di "un limitato gruppo di soggetti imprenditoriali seppur autorevoli, in rappresentanza di interessi legittimi, ma privati" che "si arrogano il diritto di voler decidere in nome e per conto dei Cittadini della Piana, addirittura pretendendo di far credere che il Nuovo Aeroporto è necessario per il loro bene e futuro, ovvero per il bene della collettività, il tutto corroborato da un sondaggio effettuato su un limitato campione di Cittadini". Il riferimento è al sondaggio di Ipr Marketing commissionato da Confindustria Firenze secondo il quale il 62 per cento dei cittadini della piana sarebbe a favore dell'ampliamento dello scalo.  

"D’altra parte - scrivono ancora i comitati - se diversi Sindaci della Piana valutando la documentazione hanno preso atto che questa infrastruttura non è compatibile, è palese che qualcosa non torna e che le 142 prescrizioni del parere di VIA 2235 che ad un anno di distanza non ha prodotto il Decreto di VIA ( mai successo prima in Italia) perché ritenuto non consono da ENAC, queste hanno sicuramente lasciato il segno, nonostante il palese conflitto di Interessi di ENAC ovvero soggetto Proponente e Soggetto verificatore requisiti di costruzione".

Critiche anche alla motivazioni utilizzate dei dirottamenti causati dal vento e della creazione di nuovi posti di lavoro utilizzate per suffragare l'ampliamento. I comitati non hanno risparmiato neanche la presenza del vice ministro ai trasporti Riccardo Nencini che, scrivono, "invece di essere a Roma, si presenta con l’auspicio di mettere il “Sigillo” sull’evento, con la stessa storiellina dell’aeroporto militare, che come in altri contesti Italiani, non crea assolutamente problemi". 

Ora, concludono i comitati, "visto che questo è il terzo tentativo di avere una Via Positiva (visto i due precedenti miseramente fallimenti) che soddisfi i poteri forti, con un protesta sit-in e propaganda mediatica che non ha eguali per il nostro territorio, se come noi auspichiamo la Via sarà negativa, finalmente metteremo la parola fine a questa insulsa, inutile e distruttiva infrastruttura per la Piana". 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca