QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi -1°10° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 22 novembre 2017

Attualità mercoledì 11 gennaio 2017 ore 16:51

L'ira dei ciclisti per le transenne alla Fortezza

L'associazione Firenze in bici ricorre al ministero dei Trasporti contro la chiusura della ciclabile per Pitti. Il Comune: "Unica soluzione possibile"

FIRENZE — Scintille tra gli amanti delle due ruote e il Comune di Firenze. L'associazione 'Fiab Firenze in bici' ha infatti deciso di fare ricorso al ministero dei Trasporti e di impugnare il provvedimento del Comune che ha stabilito la chiusura dello snodo ciclabile alla Fortezza da Basso. 

"La città di Firenze - spiega l'associazione - ha scelto, a differenza di tante altre realtà, di continuare ad investire in un polo fieristico nelle immediate vicinanze della stazione e del centro storico, patrimonio Unesco e ciò, in occasione dei grandi eventi fieristici, mette inevitabilmente sotto stress tutto il sistema viario e di mobilità nell'area della Fortezza da Basso. E’ quindi fondamentale che l’amministrazione comunale si impegni concretamente per offrire soluzioni sostenibili che valorizzino al massimo la fiera di Fiera di Firenze all'interno del suo particolare tessuto urbano dimostrando una sensibilità fino ad oggi totalmente disattesa nei fatti".

Da qui la decisione di ricorrere al ministero. Oltretutto, prosegue l'associazione, "nel corso degli anni la Fiab, anche insieme con l’associazione Città Ciclabile Onlus che appoggia il ricorso, ha più volte denunciato la miopia e la pericolosità di tali provvedimenti chiedendo ripetutamente un tavolo di confronto al fine di prevedere percorsi alternativi in occasione di grandi eventi in fortezza o di grandi cantierizzazioni. Non ultima una richiesta inviata alla direzione mobilità nei primi giorni del dicembre 2016. Salvo rare eccezioni tali richieste sono state ignorate ed il provvedimento dirigenziale impugnato è solo l’ultimo esempio di una lunga serie".

"I percorsi ciclabili e pedonali intorno alla Fortezza - spiega il Presidente di FIAB FirenzeInBici Alessandro Cosci - costituiscono lo snodo fondamentale della rete ciclabile cittadina. La loro prolungata e sconsiderata interruzione, senza fornire valide alternative né adeguata segnalazione, crea condizioni di estremo pericolo: l'unica soluzione legale lasciata al coraggio dei singoli è quella di immettersi nei viali di circonvallazione esponendo ad inutili e gravi rischi non solo pedoni e ciclisti ma anche i conducenti dei veicoli a motore in zone delicate e soggette a continue modifiche alla viabilità per i numerosi cantieri".

Il Comune di Firenze, dal canto suo, ha subito risposto con una nota in cui si legge che "nessuna richiesta di incontro specifico per Pitti Immagine è pervenuta agli uffici della mobilità che si sono occupati della redazione del relativo provvedimento. Nè è arrivata nessuna comunicazione da parte del ministero relativa alla sospesione dell'atto che quindi rimane vigente".

Gli uffici della mobilità, nella stessa nota, sostengono anche la pista ciclabile intorno alla Fortezza non sia interrotta ma che sia chiusa solo in un un tratto di viale Strozzi che insiste nel punto in cui c'è il cantiere della tramvia. "I ciclisti provenienti da sottopasso di Belfiore possono comunque utilizzare la pista ciclabile sul lato Montelungo e rientrare così in viale Strozzi", spiega la nota. Si tratta, conclude il Comune, "di un provvedimento indispensabile per lo svolgimento delle manifestazioni di Pitti Immagine e che è comunque limitato nel tempo. Finché i cantieri della tramvia non hanno interessato viale Strozzi è stato possibile individuare un percorso per le bici sulla carreggiata con un restringimento protetto da transenne". 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca