QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°31° 
Domani 19°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 27 luglio 2017

Attualità giovedì 18 maggio 2017 ore 12:17

Il nome di Paolo Poli al Saloncino della Pergola

La sorella Lucia e gli attori che hanno lavorato con l'artista fiorentino insieme per l'intitolazione il 23 maggio, quando avrebbe compiuto gli anni

FIRENZE — Più che ricordare la sua scomparsa, il 25 marzo dell'anno scorso, la cerimonia di intitolazione del Saloncino della Pergola in un certo senso festeggerà il compleanno di Paolo Poli. Sì, perché per l'evento è stato scelto proprio il 23 maggio, giorno in cui l'artista fiorentino avrebbe compiuto gli anni. 

Quella del Saloncino della Pergola è la prima intitolazione in assoluto alla memoria di Poli e avverrà in un teatro sul cui palco lui era di casa con i suoi indimenticabili spettacoli. All'evento, alle 17.45, si accede su invito e a coordinarlo è la sorella Lucia Poli. Con lei ci saranno i rappresentanti della famiglia, gli amici e i colleghi dell'attore, oltre ai rappresentanti delle istituzioni e, naturalmente, a tutti coloro che vorranno partecipare (fino a esaurimento dei posti disponibili). 

Tra gli ospiti: Stefano Gragnani, Marco Messeri, Luisanna Messeri, Graziella Porta, Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Giovanni Siniscalco, Alessandro D'Antonio, Pino Strabioli.

Un po' di storia: la prima volta di Paolo Poli alla Pergola fu nel 1963 con 'Il mondo d’acqua' di Aldo Nicolaj. Tra gli anni Sessanta e gli anni Duemila Poli è salito sul palco di via della Pergola altre cinque volte: con 'Il candelaio di Bruno Giordano' nel 1964, con 'Il milione di Sergio Tofano' nel 1965, con 'Il tranello di Medusa' di Erik Satie nel 1999, con 'Jacques il fatalista' di Ida Omboni e Paolo Poli (da Diderot) nel 2003, con 'Il ponte di San Luis Rey', dal romanzo di Thornton Wilder, nel 2005. L'ultima volta è stata nel 2007, quando (anche con un braccio rotto) interpretò 'Sei Brillanti Giornaliste Novecento', una commedia ‘in due tempi’ tra parole, musica e pittura, sui testi di sei giornaliste: Mura, Paola Masino, Irene Brin, Camilla Cederna, Natalia Aspesi, Elena Gianini Belotti. 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità