QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 5° 
Domani -4°1° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 febbraio 2018

Politica lunedì 15 gennaio 2018 ore 18:29

Il Pd al Quartiere 1 condanna le parole di Sguanci

Il gruppo del Partito Democratico ha definito "inaccettabile" il commento su Mussolini pubblicato su Facebook dal presidente del Quartiere



FIRENZE — Le parole sull'operato del Duce scritte a commento di un messaggio sul social network da Maurizio Sguanci hanno fatto saltare i nervi anche nel gruppo Pd al Quartiere Uno che ha preso le distanze e condannato quanto scritto dal presidente. Un comportamento, il suo, che i consiglieri in una nota hanno definito "inaccettabile". "Consideriamo inaccettabile - hanno detto i consiglieri - che un dirigente locale si permetta di far passare un messaggio di legittimazione dell''operato del duce e della dittatura fascista". 

Anche perché il post è piombato come un fulmine sull'inizio di una campagna elettorale dai toni già arroventati. Una campagna in cui "il Pd deve poter rimanere, senza ombre, l'unico partito dichiaratamente antifascista fra i tre che si propongono come partiti di guida e di governo", Da qui l'appello ai "dirigenti nazionali e locali di ribadire con forza le posizioni antifasciste del Pd che a noi, come a molti, sono sempre state chiare ma che evidentemente necessitano di essere rafforzate".

E mentre a Palazzo Vecchio si consuma volano le minacce di uscita dalla maggioranza da parte di Articolo Uno-Mdp, il capogruppo in Consiglio comunale di Fratelli d'Italia Francesco Torselli ironizza: "Finalmente abbiamo capito a cosa serve il cosiddetto ''patentino antifascista'' al quale hanno lavorato, per mesi, il Pd e le altre forze politiche di sinistra presenti in consiglio comunale. Il regolamento che avrebbe dovuto impedire chissà quale rigurgito fascista a Firenze, adesso ha finalmente un destinatario: il presidente del Quartiere 1, Maurizio Sguanci, al quale, per coerenza, immagino verrà in futuro negata la possibilità di manifestare a Firenze". Sulle possibili dimissioni di Sguanci, poi, Torselli aggiunge: "Per noi, il presidente Sguanci si sarebbe già dovuto dimettere da tempo e non tanto per questioni legate a Benito Mussolini, quanto per le condizioni in cui versa il centro storico di Firenze, quartiere da lui amministrato e decisamente peggiorato negli ultimi anni".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità