QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 31 marzo 2017

Attualità giovedì 16 febbraio 2017 ore 17:35

Dopo la voragine scoppia la guerra delle bollette

La consigliera comunale di Alternativa Libera Amato denuncia un rincaro del 10 per cento nelle tariffe dell'acqua. L'assessore Perra: "Non è vero"

FIRENZE — A fare le pulci alle bollette dell'acqua, insieme alla consigliera Miriam Amato, anche due esponenti del Forum Toscano dei Movimenti per l'Acqua, Rossella Michelozzi e Rossana Crocini. Per Amato si tratta un "inaccettabile rincaro bollette Publiacqua del 10 per cento per tutti i nuclei familiari, grazie alle decisioni deliberate nell'ottobre scorso dall'Autorità Idrica Toscana e nel silenzio totale del sindaco di Firenze Nardella, soprattutto dopo la promessa che le tariffe non sarebbero cresciute a seguito dei lavori per porre rimedio allo sprofondamento del lungarno Torrigiani".

"I cittadini non sono stati informati - ha detto Miriam Amato - sulle nuove norme approvate dalla Autorità idrica toscana il 5 ottobre scorso, che comportano l'incremento tariffario di oltre il 10 per cento. E' stata modificata la struttura tariffaria e nelle bollette non vi è più un'unica quota fissa ma tre, relative al servizio acquedotto, al servizio fognatura e a quello depurazione: le somme da pagare saranno maggiore per le famiglie di uno o due componenti. Inoltre, variano gli scaglioni di consumo: da 4 (tariffa agevolata, tariffa base, prima eccedenza e seconda eccedenza) diventano 5, con l'aggiunta della terza eccedenza, con una notevole riduzione dei metri cubi in tariffa agevolata, solo 30 invece di 60. Con questo sistema si vanno a colpire soprattutto le famiglie numerose, con cinque o sei componenti, che consumano più acqua e che finiranno per pagare una quota di quasi 5 euro a metro cubo".

Ma per l'assessore comunale alle partecipate Lorenzo Perra quanto affermato dalla consigliera comunale non è vero: “Non solo non c’è un aumento del 10 per cento in bolletta, ma già da febbraio gli utenti di Publiacqua cominceranno a ricevere i rimborsi per quanto pagato in più nei mesi scorsi”. 

Per Perra “è proprio grazie all’intervento dei sindaci che l’incremento provvisorio della tariffa applicato da Publiacqua da gennaio 2016 è passato dal 7,5 al 4 per cento. Ciò significa che già dal mese di febbraio i cittadini cominceranno a ricevere i rimborsi per i conguagli relativi al periodo gennaio-ottobre 2016. Inoltre vengono introdotte nuove agevolazioni che portano quasi a zero la spesa della prima fascia, quella che riguarda i consumi fino a 30 metri cubi a famiglia ovvero circa 40 litri ad abitante al giorno. Questo proprio per dare il segnale che l’acqua nei consumi essenziali debba essere quasi gratuita"

In chiusura l'assessore Perra ha ribadito: "Come già ampiamente spiegato l’intervento realizzato sul lungarno Torrigiani non è andato e non andrà mai in bolletta. Al contrario, aumenteranno gli investimenti per la sostituzione delle reti più vecchie e per il telecontrollo e monitoraggio della rete fiorentina". 

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Attualità